Documenti da prodursi:

  1. Documento di legittimazione, rilasciato dalla Banca, contenente gli estremi di identificazione della cassetta disicurezza;
  2. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, che indichi gli eredi dell’intestatario;
  3. Fotocopia dei documenti d’identità (fronte-retro) e dei codici fiscali degli eredi dell’intestatario;
  4. Lettera di comunicazione da parte della Banca, al competente  ufficio  dell'Agenzia delle Entrate, del giorno e dell’ora dell’apertura;
  5. Indicazione preventiva, se possibile, del tipo di oggetti contenuti nella cassetta di sicurezza:
    • se vi e’ un testamento, occorrono due testimoni per l’eventuale pubblicazione contestuale;
    • se vi sono oggetti preziosi, occorrono carta d’identita’ e codice fiscale di un estimatore, che dovra’ intervenire all’inventario.
  1. Se concorre una procedura di accettazione dell’eredita’ con beneficio d’inventario, o curatela di eredita’ giacente, o nomina di esecutore testamentario, o se la cassetta di sicurezza rientra nel patrimonio di un minore o interdetto soggetto a tutela, occorre preventivamente - per l’inventario del contenuto della cassetta - la delega del Tribunale.

 

 Scarica Documento